Storia

La bellezza d’immergersi in un luogo senza tempo

LE FONDAMENTA DELLA VILLA E LA NASCITA DELLA TENUTA

Nel cuore della Toscana, a 20 km dal centro di Firenze, sulle colline di Montagnana Val di Pesa, si erge Villa Le Calvane, nei pressi del leggendario Castello di Montegufoni.

Le prime notizie storiche risalgono al 1135, quando i Fiorentini distrussero il castello di Montegufoni e presero possesso delle proprietà circostanti, compresa la tenuta Le Calvane. Nel 1305, Leo Acciaioli fece costruire, nell’attuale posizione dell’hotel, la Chiesa di Santa Maria Nuova di Montegufoni e l’Oratorio della Madonna della Neve, di cui abbiamo tracce fino al XVIII secolo,ma ora distrutta.

Dal 1325 l’Oratorio di Le Calvane era sede di una “Madonna col Bambino” dipinto da Lippo di Benivieni, uno dei maggiori artisti toscani del XIV secolo. Il dipinto rimase nella cappella di Le Calvane fino al 1709 ed è ora conservato nel Museo di Montespertoli.

LA FAMIGLIA CALVANESI

Il nome Le Calvane risale al 1427, quando Calvano di Luca Calvanesi ne diviene proprietario, dedicandosi nella produzione di vino e olio d’oliva.  La proprietà rimase alla famiglia Calvanesi fino al 1569.

Nel 1683, Donato Acciaoli, una delle più potenti famiglie di Firenze e d’Italia riacquista Le Calvane e il Castello di Montegufoni, già appartenuto ai suoi antenati nei secoli precedenti.

Matteo de Frescobaldi, nel 1815 acquista Le Calvane e riprende la tradizionale della produzione di vino e olio che hanno reso famosa la tenuta nella storia. La sua terra fertile e la sua posizione privilegiata, infatti, hanno consentito di produrre fin dai tempi antichi vino ed olio d’oliva di altissima qualità organolettica, oltre ad altri prodotti agricoli pregiati.

Le Calvane dalla guerra ad oggi

Nel 1942 diverse centinaia di dipinti provenienti dagli Uffizi, Pitti ed altri musei fiorentini, (tra cui la Primavera di Botticelli e opere di Michelangelo) sono stati qui nascosti per salvarli dai pericoli della guerra. Nessuno dei dipinti è stato danneggiato, tranne una grande tela rotonda del Ghirlandaio, che le truppe tedesche di passaggio da Montegufoni utilizzarono come tavolo da pranzo. I dipinti sono tornati sani e salvi ai loro musei nel 1945.

Nel 1980, una famiglia svizzera ha acquistato Le Calvane e riportato in Italia un rinomato enologo, Vittorio Fiore, che rimase fino al 2005 perché ne valorizzasse i pregi produttivi.

Alla partenza dell’enologo la famiglia ha affittato la maggior parte dei vigneti ai vicini Frescobaldi, che utilizzano le uve per produrre vini venduti con il proprio marchio.

Nel 2011, Le Calvane viene nuovamente venduta ad un piccolo gruppo di imprenditori internazionali e locali appassionati del significato storico di Le Calvane, i quali ne hanno saputo riconoscere le potenzialità e le caratteristiche tipiche della posizione e dei metodi di vinificazione.

Una volta acquistata, i proprietari hanno richiamato Vittorio Fiore, che ha iniziato un processo strategico di reimpianto di molti ettari, utilizzando principalmente Merlot e Cabernet. Oggi molti dei vini sono prodotti sotto l’esperienza vigile di Vittorio.

Anche La Villa ha subito una ristrutturazione su larga scala, recentemente completata per ottenere un resort pregiato e di notevole qualità.

Le Calvane è divenuto un marchio di prodotti ricercati e di esperienze ispirate alla storia, il cuore e lo spirito della Toscana.  Innovazione, semplicità, genuinità e tradizione sono i valori ai quali si ispira.

Anche i vini Le Calvane riflettono questo spirito e quello del nostro enologo, Vittorio Fiore, uno dei massimi esperti internazionali di vino, che incarna perfettamente la nostra ricerca dell’eccellenza.

Scopri di più

Servizi
Discreto e sobriamente elegante, Il personale di Villa Le Calvane sarà a vostra completa disposizione per qualsiasi esigenza, presso la struttura e per introdurvi al…
Maggiori info